news  Nazionale
foto
"La fortuna non e' dalla nostra, ma il vento deve girare"

Antonio Conte presenta la seconda parte dello stage pre-Euro2016: "Ho le idee chiare sui 23. Ci sono solo due, massimo tre ballottaggi".

Antonio Conte al contrattacco come al solito. Vuole prendere d'infilata i pronostici, che vedono la sua Italia comunque arretrata nella griglia di partenza di Euro2016, e le critiche, arrivate copiose dopo la lista dei 30 azzuri voluti a Coverciano prima della selezione dei 23 definitivi: "La fortuna non e' dalla nostra parte, ma ci auguriamo che giri. In questo momento penso che ci siano dei ballottaggi, massimo 3, ma le idee sono gia' molto chiare e sono molto sereno. Ho scelto con la mia testa cercando di portare i migliori. In base al mio credo, a quello che abbiamo fatto negli ultimi due anni. In ogni caso, ai miei giocatori chiedo di sognare. Ho pochi dubbi, nella mia testa ho gia' un progetto ben preciso dei 23. Ad oggi potrebbero essere 24-25. Le idee sono molto chiare e sono abbastanza sereno da questo punto di vista. Ci sono ancora 30 giocatori. Sono state fatte delle scelte per scremare. Siamo arrivati a questo numero per via di alcuni infortuni, per le scelte tecnico tattiche. Ho scelto con la mia testa, pensando di portare il meglio che c'e' per me in questo momento e in base al mio credo. A quello fatto nelle qualificazioni e a quello che vogliamo fare agli Europei. Ci sono dei ballottagi tra due massimo tre. Ma ho le idee molto chiare e sono sereno da questo punto di vista". Il futuro tecnico del Chelsea ha anche parlato di Andrea Pirlo, il cui nome era tornato in auge dopo le pesantissime defezioni di Marchisio e Verratti: "Con Andrea ci siamo sentiti, abbiamo parlato. Io avevo comunque la necessita' di sentirlo e ho mandato delle persone in America per sette giorni a valutare tutto, sia Andrea che Giovinco, perche' devi mettere in preventivo che in termini di situazioni puoi pagarne delle conseguenze. Ho valutato, fatto delle scelte tecniche. Niente e' stato lasciato al caso e chi pensa diversamente sbaglia. Ho scelto al meglio al netto degli infortuni. Izzo? Non ho avuto modo di parlarci, anche perche' non l'ho fatto prima delle convocazioni e non l'ho fatto neanche adesso. E' una situazione particolare, meglio che mi fermi qua".
Data: 24/05/2016
Visto: 250
Commenti(0)